Inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS)

Le vie di comunicazione storiche lasciano tracce nel tempo e gettano un ponte tra passato e presente. L’inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS) ha l’obiettivo di conservare e tutelare questi importanti testimoni della storia.

Caso esemplificativo: strada storica tra Calvario e Pro de Leura

Via storica Calvario

Ripristinato un prezioso paesaggio rurale in Val Calanca. (Foto: Orio Guscetti, Selma)

L’area di Calvario al di sopra del Comune di Rossa si trova alla fine della Val Calanca, una delle valli grigionesi meridionali di lingua italiana. In questo spettacolare paesaggio boschivo, dal profondo valore storico e culturale, si trovano anche ampie terrazze con numerosi muri a secco, raggiungibili attraverso la via di comunicazione storica che collega Calvario a Pro de Leura (GR 4440.0.1, d’importanza regionale e con molta sostanza). Inizialmente questa zona era essenziale per la valle perché veniva coltivata, soprattutto a cereali, ortaggi e patate. Con l’abbandono dell’attività agricola, pian piano cespugli e alberi hanno ripreso possesso dell’area, accelerando il processo di deterioramento dei muri a secco.

Negli ultimi anni il Comune di Rossa, in collaborazione con diverse organizzazioni, ha compiuto sforzi notevoli per ridare lustro a questi sei ettari di prezioso paesaggio rurale. Per prima cosa sono stati effettuati gli interventi forestali (disboscamento del bosco pioniere, messa a dimora di noci e ciliegi), in un secondo momento si è passati al ripristino delle terrazze, che il Comune punta a rendere coltivabili a lungo termine, dei muri a secco e degli edifici storici.

Area raggiungibile grazie alla via storica

Tra il 2016 e il 2017, sotto la supervisione tecnica del Servizio archeologico cantonale, del Servizio monumenti dei Grigioni e dell’USTRA, è stata ripristinata la strada storica tra Calvario e Pro de Leura. I lavori si sono svolti con particolare cura per garantire che il patrimonio archeologico e storico venisse conservato e ricostruito a regola d’arte. Oltre al ripristino vero e proprio della via di comunicazione, in questa fase sono stati anche riparati più di 670 metri quadrati di muri a secco.

Il ripristino e la valorizzazione del patrimonio rurale tradizionale dell’area di Calvario aiutano a tramandare alle nuove generazioni le tecniche di costruzione di un tempo, stimolando la riflessione sullo stile di vita dei nostri antenati in zone remote e inaccessibili. Inoltre, la ricostruzione dei muri a secco e la sistemazione degli spazi aperti migliora sensibilmente la biodiversità del territorio. Non da ultimo, questa attenta cura del paesaggio contribuisce a contrastare l’esodo dalla valle, creando nuove prospettive per la popolazione.

In primo piano

Aggiornato il rapporto esplicativo OIVS

Il rapporto esplicativo relativo all’ordinanza riguardante l’Inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (OIVS) è una guida indispensabile per l’attuazione concreta dell’ordinanza e, di conseguenza, per la corretta preparazione di progetti finanziabili. La versione aggiornata del rapporto, contenente anche il testo dell’ordinanza, e disponibile sul sito IVS in tedesco, francese e italiano; si potrà inoltre richiedere anche la versione cartacea nelle tre lingue. Nella nuova edizione sono stati integrati gli adeguamenti introdotti nel 2017 nell’ambito della revisione dell’ordinanza riguardante l'inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali (OIFP).


Patrimonio2018

hashtag k„Guarda !“ è il motto del Patrimonio2018, che si svolge nell’ambito dell’anno europeo del patrimonio culturale lanciato dall’UE e dal Consiglio Europeo.
Attraverso numerosi eventi il nostro patrimonio culturale si troverà in primo piano a livello nazionale. L'anno del patrimonio culturale è patrocinato dal consigliere federale Alain Berset, che ha inaugurato l’anno a Berna il 18 dicembre 2017. Le nostre tradizioni, l’arte, gli edifici, i paesaggi e dintorni, il cibo e l’artigianato, così come le vie di comunicazione storiche, fanno parte del patrimonio culturale. La consapevolezza della nostra società e della nostra appartenenza si basa su questo patrimonio culturale comune. La diversità e poliedricità del patrimonio culturale sono una grande opportunità, affinché l'anno del patrimonio culturale 2018 sia un anno per tutti!
Ulteriori informazioni: www.patrimonio2018.ch

 

La presa in considerazione degli inventari federali nei piani direttori e di utilizzazione

301296ed81Gli uffici federali dell’ambiente UFAM, della cultura UFC, delle strade USTRA e dello sviluppo territoriale ARE hanno preso spunto dalla DTF Rüti per illustrare le modalità di concretizzazione degli inventari federali nei piani direttori e di utilizzazione. A download

Domande di aiuto finanziario

Per la presentazione e il trattamento delle domande di aiuto finanziario il servizio della Confederazione competente per le vie di comunicazione storiche ha sviluppato uno schema di procedura e dei formulari.

Novità: i dati IVS sono ora disponibili anche all’indirizzo www.geo.admin.ch

301296ed81L’IVS-GIS è ora disponibile anche sul geoportale della Confederazione http://map.geo.admin.ch/. Quest’ultimo consente agli utenti di accedere direttamente a un’ampia serie di informazioni e servizi geografici di diversi fornitori.