Inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS)

Le vie di comunicazione storiche lasciano tracce nel tempo e gettano un ponte tra passato e presente. L’inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS) ha l’obiettivo di conservare e tutelare questi importanti testimoni della storia.

Caso esemplificativo: La Schützenmattstrasse presso Lenzburg – attento ripristino di un gioiello locale

Bild Schutzenmatt 01

Un gioiello locale - la Schützenmattstrasse presso Lenzburg. (Foto: B&H)

La Schützenmattstrasse presso Lenzburg nel Canton Argovia è un'importante strada di collegamento locale. La strada attraversa un bellissimo quartiere signorile e forma un insieme armonioso e ben conservato con le sue linee, le pavimentazioni, i muri di sostegno e le recinzioni dei giardini delle ville.

Forti sollecitazioni lasciano tracce

Nella sua funzione di collegamento locale, la Schützenmattstrasse è stata per decenni molto sollecitata. Hanno inoltre contribuito in maniera negativa sull’usura della strada l’utilizzo della stessa da parte dell'autobus locale e a volte anche del traffico pesante. Alla fine degli anni settanta la città di Lenzburg ha ristrutturato la strada, posando sopra un sottofondo di asfalto una lastricatura con legatura in cemento permeabile. Attraverso questo tipo di costruzione la strada risultava però insufficientemente drenata. Ciò, insieme alle sollecitazioni pronunciate, ha provocato gravi danni alla strada.

I carotaggi eseguiti prima della riparazione hanno rivelato che la sottostruttura dell'asfalto era ancora intatta. Pertanto si è deciso di mantenere la sottostruttura in asfalto esistente e di eseguire la ricostruzione su questa. Il drenaggio è stato ottenuto installando delle canalette di scolo che corrono parallelamente alla strada sullo strato portante dell'asfalto. Inoltre, è stato deciso di inserire ogni 20 metri delle canalette trasversali.

Vicini alla sostanza storica grazie alla legatura in calcestruzzo
La struttura del manto stradale dovrebbe avvicinarsi il più possibile allo stato storico originale. Poiché lo strato portante risulta essere sottile, le opzioni strutturali erano limitate a due varianti:

  • Costruzione a regola d’arte con cubetti in pietra non legati e posati su ghiaia: A causa dell’altezza relativamente limitata per lo strato di ghiaia, una costruzione non legata avrebbe richiesto l’utilizzo di grandi cubetti in pietra (almeno 11/13), i quali si sarebbero potuti incorporate in modo più stabile. Questo metodo di costruzione avrebbe però reso necessaria la sostituzione completa di tutti i cubetti storici.
  • Costruzione con cubetti in pietra originali legati con del calcestruzzo : La seconda possibilità era di ricostruire la pavimentazione ad arco con i cubetti in pietra esistenti (8/11). Per ottenere una migliore stabilità e prevenire infiltrazioni d’acqua, è stato necessario legare i cubetti con del calcestruzzo.

Sia per il costruttore, sia per i responsabili del servizio cantonale IVS e monumenti, così come il servizio IVS federale, la seconda soluzione è risultata essere chiaramente più attrattiva, visto che i cubetti in pietra più piccoli risultano essere perfettamente in linea con il paesaggio cittadino e il risultato crea un insieme molto più armonioso, nonostante la legatura in calcestruzzo. La conformazione dello spazio stradale è stato completato con dei paracarri storici.

Nel 2018 il progetto si è concluso in maniera fruttuosa e la Schützenmattstrasse è stata riconsegnata al traffico.

Bild Schuetzenmatt 03

La Schützenmattstrasse presso Lenzburg: durante la costruzione del manto stradale sono state usate le pietre originali, legate con del calcestruzzo per impedire l'infiltrazione d’acqua. Per garantire un corretto drenaggio si costruiscono canalette di scolo parallele alla strada sullo strato portante dell'asfalto (B). Ogni 20 metri sono state inoltre inserite delle canalette trasversali (A).

In primo piano

Apertura dell’archivio IVS presso la Biblioteca Nazionale

Il gabinetto delle stampe (GS) della Biblioteca nazionale svizzera ha archiviato e aperto al pubblico i documenti originali dell’inventario federale delle vie di comunicazione storiche. L’archivio IVS è stato integrato alla collezione dell’archivio federale dei monumenti storici ed è ora accessibile a tutti. L'articolo è disponibile sul nostro sito web in tedesco.

Aggiornato il rapporto esplicativo OIVS

Il rapporto esplicativo relativo all’ordinanza riguardante l’Inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (OIVS) è una guida indispensabile per l’attuazione concreta dell’ordinanza e, di conseguenza, per la corretta preparazione di progetti finanziabili. La versione aggiornata del rapporto, contenente anche il testo dell’ordinanza, e disponibile sul sito IVS in tedesco, francese e italiano; si potrà inoltre richiedere anche la versione cartacea nelle tre lingue. Nella nuova edizione sono stati integrati gli adeguamenti introdotti nel 2017 nell’ambito della revisione dell’ordinanza riguardante l'inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali (OIFP).

 

La presa in considerazione degli inventari federali nei piani direttori e di utilizzazione

301296ed81Gli uffici federali dell’ambiente UFAM, della cultura UFC, delle strade USTRA e dello sviluppo territoriale ARE hanno preso spunto dalla DTF Rüti per illustrare le modalità di concretizzazione degli inventari federali nei piani direttori e di utilizzazione. A download

Domande di aiuto finanziario

Per la presentazione e il trattamento delle domande di aiuto finanziario il servizio della Confederazione competente per le vie di comunicazione storiche ha sviluppato uno schema di procedura e dei formulari.